Aceto || Proprietà e usi.

Bentornati nel blog :)
Oggi vi parlo di un prodotto naturale, economico e straordinariamente versatile: l'aceto!
Esistono diversi tipi di aceto, quello che uso io è l'aceto di vino bianco o quello di mele :)


Le sue proprietà sono:
- sgrassatore
- igienizzante
- rimuove gli odori
- ammorbidente
- rimuove il calcare

Per pulire le superfici.
In uno spruzzino metto una miscela di acqua e aceto e cambio le proporzioni a seconda del livello di sporcizia della superficie:
-superficie poco sporca, 1/3 di aceto e 2/3 di acqua (ad esempio per i ripiani della cucina o quelli del bagno, attenzione ad usarlo se avete superfici in marmo).
-superficie molto sporca, poco più di 2/3 di aceto e 1/3 di acqua (ad esempio per il piano cottura, o per pulire i servizi igienici)
In entrambi i casi lascio agire il prodotto per circa 30 secondi (un paio di minuti se c'è molto da sgrassare) e poi passo un panno umido.
In ogni caso il risultato è migliore usando acqua calda per la miscela.



Per le stoviglie.
L'aceto (così come il limone) è perfetto per per sgrassare padelle molto incrostate e togliere gli odori sgradevoli come quelli dell'uovo e del pesce. Uso uno spruzzino con la miscela per superfici molto sporche e lo lascio agire per una mezzoretta prima di sciacquare e mettere in lavastoviglie. Può essere anche usato al posto del brillantante e per eliminare il calcare dalla lavatrice e dalle tubature facendo un lavaggio a vuoto mettendo aceto.

Per il pavimento.
Per pulire il pavimento metto in un secchio da circa 4 litri una quantità di aceto di circa 70/80 ml (varia a seconda della sporcizia).

Per la biancheria.
L'aceto oltre ad essere un disinfettante naturale, è anche un ottimo ammorbidente: quando faccio la lavatrice metto l'aceto nel cassetto apposito dell'ammorbidente ( l'odore non rimane per niente nei vestiti). Essendo anche ottimo per sgrassare, nel caso in cui si hanno macchie da togliere o ad esempio per togliere l'odore di sudore dai capi basta mettere aceto puro nella zona da trattare e aspettare circa mezzora prima di avviare la lavatrice in modo che possa fare effetto.

Per i vetri.
La miscela di acqua e aceto (con 1/5 di aceto) è perfetta per pulire i vetri delle finestre: basta spruzzare la miscela in quantità non eccessive in un panno in cotone e il gioco è fatto, non serve risciacquare.

Per la doccia.
La miscela usata per i vetri delle finestre si può usare anche per la doccia. Inoltre si può usare per eliminare il calcare dagli angoli della doccia, dai rubinetti e dall soffione. Per quest'ultimo basta immergerlo direttamente in una miscela di aceto ed acqua per un'ora, altrimenti si può bagnare un panno e avvolgere il soffione sempre per un'ora; aiuta anche a stappare i forellini da dove esce l'acqua.

Per i capelli e per la pelle.
Fare ogni tanto un risciacquo con acqua e aceto aiuta i capelli ad essere più morbidi e lucidi; se però usate la combinazione giusta di shampoo e balsamo (per cui i capelli risultano sempre lucidi, morbidi e sani) non è necessario. Usando uno shampoo solido questo passaggio consente di ripristinare il ph della pelle.
Si può usare anche come tonico per il viso miscelato ad altri ingredienti, ma non ho avuto modo di provarlo, quindi non saprei dare un giudizio a riguardo.

Nel caso in cui l'odore di aceto non lo tolleriate o se volete che le superfici rimangano profumate dopo averle pulite, si possono mettere nella miscela di acqua e aceto delle gocce di olio essenziale, ad esempio a me piace molto quello di lavanda che aiuta anche a disinfettare (in genere una decina di gocce per mezzo litro di miscela, attenzione a non esagerare con gli oli essenziali e informatevi se vanno bene per il tipo di superficie da pulire); conoscendo le proprietà degli oli essenziali e in base anche al profumo che si predilige si può personalizzare la miscela, alcuni esempi sono: geranio, limone, tea tree, menta, cannella, eucalipto, cedro, timo
Una volta che l'aceto evapora infatti (inizialmente l'odore del mix non è molto gradevole) rimane solo quello molto delicato dell'olio essenziale.

L'aceto si può anche usare in combinazione col bicarbonato per stappare il lavandino, per igienizzare il gabinetto o per eliminare le macchie più ostinate da superfici e vestiti.

Un altro punto a favore dell'aceto è che si può trovare sfuso oppure in un contenitore di vetro (io purtroppo non l'ho trovato l'ultima volta che ho fatto la spesa e ho preso quello in plastica).


Se avete altri consigli su come utilizzare l'aceto, scriveteli pure nei commenti!

Che la vostra giornata sia splendida :)

Fra 💗




Commenti

Posta un commento